Tinte, decolorazioni, messe in piega aggressive… adoriamo rinnovare la nostra chioma ma spesso queste abitudini danneggiano i capelli che cominciano a rompersi facilmente.

Caratteristiche dei capelli sfibrati

capelli sfibratiIl primo indizio è la consistenza: i capelli molto danneggiati sembrano gomme da masticare quando sono bagnati, elastici e fragili, e quando sono asciutti diventano rigidi e croccanti come la paglia. Quando la capigliatura appare spenta, probabilmente è perché i capelli sono stati danneggiati a livello del fusto, diventando deboli.

Un capello sfibrato ha subito dei danni profondi: la barriera protettiva dei capelli (nota anche come “film idrolipidico”) è scomparsa, danneggiata da trattamenti aggressivi o da altri fattori di stress, e non può più fornire una barriera efficace dagli agenti esterni. Di conseguenza, le squame lungo il fusto del capello si separano e cadono, esponendo la parte più interna dei capelli.

Questo danno impedisce al capello di trattenere idratazione, perché l’acqua evapora e i capelli si asciugano. Danneggiate da questi traumi, le catene di cheratina che compongono il capello si spezzano, rendendo i capelli fragili e porosi.

Le principali cause dei capelli sfibrati

I capelli fragili possono dipendere da una serie di fattori, alcuni “interni”, altri “esterni”.

capelli sfibrati uomoNel primo gruppo troviamo carenze nutrizionali dovute a un’alimentazione sbagliata, squilibri ormonali, stress emotivo e patologie fisiche come ipotiroidismo, problemi cutanei, anemia e anoressia.

Nel secondo gruppo rientrano lavaggi troppo frequenti e con prodotti non adatti alle caratteristiche dei capelli, trattamenti estetici ravvicinati, utilizzo troppo frequente di phon, piastre e arricciacapelli, agenti atmosferici ed ambientali (come eccessiva esposizione al sole o all’inquinamento)

L’inevitabile associazione di uno o più di questi fattori si combina poi con una specifica predisposizione genetica. Le persone con i capelli fini, per esempio, saranno più esposte al rischio di una capigliatura sfibrata poiché la struttura cheratinica è meno solida rendendo i capelli naturalmente meno forti. Anche la qualità e la quantità del sebo influisce: capelli secchi, meno lubrificati dunque dalle ghiandole sebacee, temono maggiormente le aggressioni esterne.

Come proteggere i capelli sfibrati

Apportare alcuni cambiamenti nello stile di vita e adottare misure preventive può aiutare a proteggere i capelli sfibrati.

Limitare lo styling aggressivo dei capelli, per cui tinture e strumenti caldi come phon, arricciacapelli e piastra. Evitare prolungate esposizioni al sole e il contatto eccessivo con acqua clorata nelle piscine.

prodotti fase igienica

Privilegiare acconciature “morbide” a code di cavallo strette.

Non dormire con accessori nei capelli e, in genere, evitare fermagli metallici.

Evitare di lavare i capelli troppo spesso e scegliere shampoo delicati.

Preferire acqua fredda o tiepida all’acqua calda per lavare i capelli: l’acqua fredda aiuta a sigillare le cuticole e riduce la perdita di umidità necessaria al capello.

Tagliare i capelli frequentemente per evitare la formazione delle doppie punte e indossa cappelli o foulard per proteggere i capelli dal sole. Infine, bere molta acqua e seguire una dieta sana ed equilibrata, poiché l’alimentazione ha un impatto diretto sulla salute dei capelli.

Rimedi per capelli sfibrati

Quando il fusto del capello viene profondamente danneggiato, e i capelli si sfibrano, come abbiamo visto la prima regola è proteggere la chioma da ulteriori stress come spazzolature troppo energiche o trattamenti chimici per modificare piega e colore.

Attraverso queste buone abitudini è possibile prevenire ulteriori danni ma, allo stesso tempo, è importante anche curare i capelli con prodotti specifici per eliminare le cause che hanno sfibrato i capelli.

prodotti fase igienica