I capelli grassi sono uno dei problemi più diffusi e odiati, perchè rovinano l’aspetto della chioma trasformando i tuoi capelli appena lavati in un ammasso disordinato e pesante, prima ancora di uscire dalla porta!

Oltre ad essere un pugno nell’occhio, i capelli grassi possono essere fastidiosi se non adeguatamente trattati.

Caratteristiche dei capelli grassi

Ad ogni follicolo pilifero che origina il capello è associata una ghiandola sebacea. Le ghiandole sebacee secernono una sostanza oleosa chiamata sebo, che dona ai capelli una lucentezza naturale. Il sebo ha la funzione di idratare e impermeabilizzare il capello, mantiene i capelli sani e lisci e impedisce ai capelli di diventare secchi e di spezzarsi. Tuttavia, alcune ghiandole sebacee possono produrre un eccesso di sebo: i capelli in questo caso appaiono unti e pesanti e possono persino emettere cattivo odore.

Individuare le cause di questa iperproduzione di sebo (che nelle forme più gravi può sfogare nella condizione patologica definita seborrea) è importante per adottare i più appropriati rimedi contro i capelli grassi.

capelli grassiCause dei capelli grassi

Normalmente sono varie le cause all’origine dei capelli grassi: squilibri ormonali, disturbi digestivi, disturbi alimentari (disturbi del ricambio), autointossicazione, stress o fattori nervosi.

A queste cause “interne” si possono associare fattori “esterni”, come l’uso di shampoo o prodotti inadatti alla fisiologia del proprio cuoio capelluto. Anche la sudorazione può rivestire un ruolo in caso di capelli grassi, ma solo come concausa.

Per ultimo, è importante specificare che la forfora può riguardare sia i capelli secchi (costituita da scaglie bianche) che quelli grassi (caratterizzata da scaglie giallastre e spesso accompagnata da prurito al cuoio capelluto).

Come prevenire i capelli grassi

Il controllo dei capelli grassi è nelle tue mani… letteralmente. Puoi prevenire i capelli grassi semplicemente evitando di metterci dentro le mani! Questo vale anche per le innumerevoli spazzolature, poiché entrambe queste abitudini distribuiscono ulteriormente il grasso sui capelli.

prodotti fase igienica

I capelli grassi sono un problema ciclico. Lavaggi troppo frequenti o shampoo sbagliati possono irritare il cuoio capelluto, scatenando una iperproduzione di sebo. Una volta privati i capelli del grasso naturale, il cuoio capelluto aumenta la produzione di sebo. Ecco perché non è opportuno lavare i capelli più di una volta al giorno. È importante poi sciacquare i capelli in acqua fredda per almeno 30 secondi per assicurarsi che tutto lo shampoo e il balsamo siano stati lavati via. L’acqua calda stimola le ghiandole sebacee, mentre l’acqua fredda aiuta a disattivarle. L’acqua fresca aiuta anche a riparare la cuticola, ossia lo strato più esterno del capello, riducendo i danni causati dagli agenti esterni.

Lascia asciugare i capelli all’aria in modo naturale o mantieni il calore al minimo, il più spesso possibile. Come l’acqua calda, l’aria calda può stimolare più rapidamente la produzione di sebo.

Troppo prodotto può anche causare accumulo sul cuoio capelluto, con conseguente eccesso di grasso. Non devi smettere del tutto di usare prodotti per lo styling se i tuoi capelli sono naturalmente grassi, devi solo scegliere i prodotti giusti.

Capelli fini e grassi

I consigli di prevenzione appena visti sono particolarmente indicati se i capelli sono anche molto fini. I capelli sottili infatti sono più fragili e il prodotto in eccesso può alterare la fisiologia del cuoio capelluto e scatenare la produzione dell’odiato grasso in eccesso.

Poiché il fusto dei capelli fini è più liscio e meno poroso, inoltre, il grasso tende ad accumularsi visibilmente sopra i capelli.

Capelli grassi e forfora

I fiocchi di forfora sono in realtà cellule morte che cadono naturalmente dal cuoio capelluto. Molti pensano che un cuoio capelluto secco sia sinonimo di forfora, ma anche un cuoio capelluto eccessivamente oleoso può causare l’aggregazione e la caduta delle cellule in eccesso, formando scaglie di forfora.

Un cuoio capelluto grasso e oleoso, infatti, può scatenare la dermatite seborroica, l’eczema che colpisce il cuoio capelluto. Questo problema deriva da un’infiammazione che causa la formazione di chiazze squamose e giallastre sul cuoio capelluto che col tempo si sfaldano. La dermatite seborroica può dipendere da stress, pelle grassa e alcune patologie. Anche i cambiamenti stagionali e la familiarità possono incidere.

Per contrastare la forfora puoi usare uno shampoo specifico a base di zolfo, selenio, zinco o catrame di carbone

Capelli grassi e crespi

Spesso, parlando della pelle, la si sente definire “mista”. Questa definizione può valere anche per i capelli, per esempio quando sono grassi alla radice e crespi e secchi sulle lunghezze.

Come si possono fronteggiare due problemi di capelli così diversi in maniera efficace e bilanciata?

Come abbiamo visto, il grasso sui capelli diventa un problema solo quando l’eccessiva produzione di sebo delle ghiandole sebacee si accumula sul cuoio capelluto invece di lubrificare i capelli sulle lunghezze come dovrebbe fare normalmente.

La soluzione consiste nella scelta di prodotti studiati proprio per detergere delicatamente il cuoio capelluto e, allo stesso tempo, nutrire e idratare il fusto del capello.

Sudore e capelli grassi

L’eccessiva sudorazione (iperidrosi) non è una causa scatenante i capelli grassi ma può essere di sicuro considerata una concausa. Questo perché il sudore non è altro che acqua espulsa dalle ghiandole sudoripare.

Quest’acqua si mescola al sebo (prodotto dalle ghiandole sebacee) e lo rende più liquido e oleoso.

prodotti fase igienica

Rimedi contro i capelli grassi

Fortunatamente esistono diverse soluzioni per i capelli grassi.

Prima di tutto è importante regolare la frequenza dei lavaggi in modo tale da detergere la cute dall’eventuale eccesso di sebo ma senza eccedere per non stimolare l’iperproduzione. Evitare di avvicinare troppo il phon alla cute e di utilizzarlo a temperature troppo alte onde evitare di fluidificare il sebo. Anche lunghi e ripetuti massaggi al cuoio capelluto possono essere dannosi, stimolando le ghiandole sebacee a produrre più sebo del necessario.

Come e ogni quanto lavare i capelli grassi

Il lavaggio dei capelli è il primo modo per prendersi cura del cuoio capelluto e, di conseguenza, della chioma.

Il modo ottimale per lavare i capelli grassi consiste nell’effettuare un breve massaggio prima dello shampoo per attivare il microcircolo. L’acqua per il lavaggio non deve mai essere troppo calda o troppo fredda. Lo shampoo va applicato dalla nuca, massaggiandolo con brevi movimenti circolari e risciacquato con acqua fresca che stimoli la circolazione. I capelli vanno poi delicatamente tamponati con un asciugamano prima di passare il phon ad una temperatura non troppo alta. Il phon non dovrà mai essere troppo ravvicinato al cuoio capelluto e andrà spostato spesso da una zona all’altra.

Una pratica particolarmente in voga al momento è il co-wash, ossia il lavaggio dei capelli esclusivamente con il balsamo, in sostituzione dello shampoo perché alcuni degli shampoo in commercio sono troppo aggressivi per il cuoio capelluto. Questo metodo non è indicato per la pulizia del cuoio capelluto perché il balsamo contiene solo una minima componente di detergente e, di conseguenza, non può pulire capelli e cute alla stregua dello shampoo.

Le migliori soluzioni per i capelli grassi, quindi, passano sempre per la scelta dei prodotti detergenti e, in primis per lo shampoo, facendo attenzione alla selezione di quello più delicato e più rispettoso per l’equilibrio delle ghiandole sebacee del cuoio capelluto, come ad esempio è il nostro Sensitive Shampoo.