Per quanto preoccupante possa sembrare vedere dei fili, o addirittura una ciocca, più grigi che spuntano nella chioma non è un brutto segno.

Il processo di incanutimento, ossia quando i capelli iniziano a diventare bianchi, è assolutamente naturale e dipende dall’invecchiamento delle cellule che producono la melanina che colora il capello. Questo processo fa sì che vada via via diminuendo il pigmento nel fusto del capello.

In genere, questi capelli cambiano anche nella consistenza rispetto agli altri ancora pigmentati. I capelli grigi infatti sono più ruvidi, più sottili e meno gestibili.

capelli bianchi

Primi capelli bianchi

La canizie per le donne comincia intorno ai 35/40 anni, mentre per gli uomini ha inizio prima, intorno ai 30/35 e li porta ad essere brizzolati (con una percentuale molto alta di capelli bianchi) intorno ai 50 anni. Sicuramente l’età media per i primi capelli bianchi dipende molto anche dalla genetica. Tendenzialmente è sempre simile tra parenti: i figli inizieranno a vedere i primi capelli bianchi più o meno alla stessa età dei propri genitori.

Capelli bianchi precoci

Quando il processo di incanutimento inizia molto prima della media, o quando arriva nei tempi giusti ma ad un ritmo troppo veloce, allora si parla di canizie precoce.

prodotti fase igienica

È possibile che una o più cause la abbiano innescata precocemente, come per esempio un forte shock. Oppure, come abbiamo appena visto, potrebbe essere per ragioni genetiche. Anche razza ed etnia svolgono un ruolo nella linea temporale dell’ingrigimento: i bianchi in genere iniziano a notare fili grigi intorno ai 35 anni, mentre gli afro-americani tendono a avere 40 anni quando inizia.

Circa il 50% delle persone è completamente “sale e pepe” alla soglia dei 50 anni. Tuttavia, potrebbero essere in gioco anche altri fattori più tangibili.

Una cattiva alimentazione, ad esempio, si pensa influisca sulla produzione di melanina. In particolare, una dieta povera di proteine, vitamina B12 e fenilalanina. Mantenere una dieta equilibrata e sana potrebbe aiutare a mantenere il colore dei capelli. Ultimo, ma non per importanza, la canizie precoce potrebbe essere dovuta a particolari condizioni mediche, come una patologia autoimmune, un disturbo della tiroide, la vitiligine o l’anemia.

 

Cause dei capelli bianchi

Tra le altre cause, non “naturali”, dei capelli bianchi è possibile annoverare il perossido di ossigeno, che non è altro che l’acqua ossigenata, presente nei trattamenti chimici utilizzati per schiarire o decolorare i capelli.

Anche lo stress può essere un fattore scatenante. Uno studio del 2013 ha trovato una connessione tra lo stress e l’invecchiamento dei melanociti. Questa teoria potrebbe anche spiegare perché alcuni leader mondiali sembrano invecchiare o ingrigire più velocemente mentre sono in carica.

C’è anche un legame tra i capelli bianchi prematuri e il fumo. Uno studio su 107 soggetti ha trovato una connessione tra l’insorgenza dei capelli grigi prima dei 30 anni e il tabagismo. Il fumo infatti restringe i vasi sanguigni, che possono ridurre il flusso di sangue ai follicoli piliferi e causare la caduta dei capelli. Inoltre, le tossine nelle sigarette possono danneggiare parti del corpo, compresi i follicoli piliferi, causando precocemente i capelli bianchi.

Capelli bianchi nei ragazzi

Ci sono alcune condizioni di salute che possono causare i capelli grigi nei bambini. Una di queste condizioni è l’alopecia areata, che provoca chiazze di perdita di capelli sul cuoio capelluto e su altre parti del corpo.

Quando i capelli ricrescono, all’inizio potrebbero essere grigi. Anche la carenza di vitamina B12 o livelli anormali di ormone tiroideo (troppo bassi o troppo alti) possono causare i capelli grigi. Il pediatra può eseguire un esame del sangue se si sospetta una di queste condizioni. Meno comunemente, i capelli grigi possono essere associati a disturbi dell’infanzia come la vitiligine (che provoca anche una diminuzione del pigmento nella pelle), la sclerosi tuberosa, la neurofibromatosi e la sindrome di Waardenburg.

Rimedi per i capelli bianchi

Poiché la capacità di produrre pigmenti diminuisce naturalmente con l’avanzare dell’età, non è possibile far regredire o bloccare il processo.

prodotti fase igienica

Soprattutto, è importante resistere alla tentazione di eliminare i capelli bianchi strappandoli via: tirare fuori i capelli può infatti danneggiare il follicolo che potrebbe non produrre nuovi capelli.

Un’altra comune tendenza, per chi proprio non accetta questo naturale processo, è quella di coprire i capelli bianchi. Alcuni ricercatori sostengono che le tinture non siano sicure per la salute a causa delle oltre 5.000 sostanze chimiche che si trovano comunemente nella tintura per capelli, di cui alcune – secondo l’US National Cancer Institute – cancerogene.

Se proprio non è possibile rendere reversibile il problema dei capelli bianchi, è tuttavia possibile prevenirne l’insorgenza o rallentare il processo attraverso l’adozione di abitudini di vita virtuose e l’uso di prodotti specifici.

Come prevenire i capelli bianchi

Se la genetica o l’invecchiamento sono la causa dei capelli bianchi, come abbiamo appena visto nulla può impedire o invertire il processo. Tuttavia, se la perdita è dovuta a una condizione medica, affrontare la causa potrebbe essere un aiuto nella prevenzione. Ad esempio, quando le carenze alimentari e vitaminiche sono la causa dei capelli bianchi prematuri, intervenire in tal senso può rallentare il processo o impedirne il peggioramento. Si può dunque introdurre più antiossidanti nella dieta (ne sono ricchi frutta e verdura fresca, tè verde, olio d’oliva, pesce), consumare più alimenti ricchi di vitamine o assumere un integratore, smettere di fumare.

Come curare i capelli bianchi

I capelli grigi tendono a diventare opachi, quindi è importante cercare di mantenerli lucidi e brillanti, prestando attenzione alla loro cura.

La melanina aiuta a proteggere i capelli dai radicali liberi come i raggi UV. Poiché i capelli grigi mancano di questa proteina che produce i pigmenti, significa che la chioma in questa fase è anche molto più sensibile ai danni UV. Un recente studio sottolinea che senza questa protezione, la luce UV aggredisce la corteccia, rendendo i capelli più fragili e danneggiati. Quindi, proprio come si fa con la pelle, è importante proteggere i capelli grigi dal sole.

I capelli grigi, inoltre, sono generalmente più secchi di quelli pigmentati, quindi hanno la tendenza all’effetto crespo. Per questa ragione è importante continuare a scegliere gli shampoo giusti per i capelli grigi. Ancora, è consigliabile tagliare i capelli ogni 6-8 settimane, perché quando sono bianchi, i capelli sembrano più facilmente indisciplinati.