Normalmente siamo sempre tutti molto attenti allo stato di salute dei nostri capelli ma quasi nessuno prende mai in considerazione la relazione che intercorre tra i capelli e il cuoio capelluto.

Il ruolo del cuoio capelluto, nella sua veste di ambiente incubatorio per la crescita dei capelli, viene sistematicamente ignorato. In realtà, le condizioni dermatologiche del cuoio capelluto hanno un ruolo cruciale nella produzione di capelli sani.

La maggior parte delle anomalie che riguardano il cuoio capelluto, infatti, possono portare alla perdita di capelli. A seconda del problema sarà indispensabile individuare i prodotti specifici per intervenire nella maniera più corretta.

I principali problemi del cuoio capelluto

Si possono identificare molte diverse condizioni del cuoio capelluto, influenzate da una varietà di cause. A seguire vediamo le più comuni.

Psoriasi

prodotti fase igienica

La psoriasi si traduce in genere in chiazze cutanee squamose, argentate e nettamente definite. Compare comunemente sul cuoio capelluto e può essere pruriginosa o asintomatica ma, ad ogni buon conto, non causa caduta dei capelli.

Poiché ha origine genetica non è semplice curarla, ma in compenso grazie a specifici trattamenti è possibile limitarne le manifestazioni e gli effetti nocivi per il cuoio capelluto.

Prurito del cuoio capelluto

Il prurito del cuoio capelluto è una condizione comune che può dipendere da una vasta gamma di cause.

La forfora e la dermatite seborroica sono le più comuni. La dermatite seborroica può essere il risultato di diversi fattori come stress, cambiamenti stagionali o squilibri ormonali. Il prurito in alcuni casi può associarsi a dolore. Con o senza dolore, comunque, il prurito è sempre sintomatico di una sofferenza cutanea che andrebbe approfondita.

Dolore al cuoio capelluto

Il dolore del cuoio capelluto può essere causato da una serie di cose, dalla forfora (facile da trattare) ad infezioni o a fattori di stress.

I sintomi più comuni comprendono sensazioni di formicolio e bruciore, nonché pelle screpolata e irritata. Anche il dolore al cuoio capelluto (o tricodinia) è un campanello d’allarme importante per problemi – talvolta gravi.

prodotti fase igienica

Desquamazione del cuoio capelluto

La desquamazione del cuoio capelluto si associata normalmente a prurito e dolore e può essere scatenata da vari fattori. In primo luogo da un’irritazione che è la principale responsabile della produzione di scaglie.

Di norma l’irritazione insorge per diverse cause, come la forfora, sbalzi ormonali, dermatite seborroica, psoriasi, trattamenti estetici aggressivi, ecc.

La scelta di prodotti per l’igiene specifici e delicati può senz’altro contribuire ad arginare il problema.

Cuoio capelluto secco o asteatosi

Il segno rivelatore di un cuoio capelluto secco è il prurito persistente, ma può anche essere accompagnato da forfora, dolore e perdita di capelli.

problemi cuoio capelluto secco

Il cuoio capelluto secco può avere una serie di cause diverse, sebbene la più comune sia una reazione al cambiamento climatico o un ingrediente troppo aggressivo nei prodotti per la cura dei capelli. A volte, può dipendere da qualcosa di semplice come non bere abbastanza acqua o lavarsi i capelli ogni giorno, ma altre volte la causa è da ricercare in condizioni mediche come l’eczema o la psoriasi.

In entrambi i casi, è possibile intervenire con specifici prodotti correttivi per integrare l’idratazione indispensabile alla salute del cuoio capelluto.

Follicolite

La follicolite è una condizione infiammatoria cutanea comune che colpisce i follicoli piliferi.

Di solito è causata da un’infezione fungina o batterica che si verifica quando si danneggiano i follicoli piliferi. La condizione non è contagiosa e di solito può essere trattata a casa con prodotti specifici.

L’importante è gestirla tempestivamente onde evitare che l’infezione si diffonda ad altri follicoli, causando cicatrici o perdita permanente dei capelli.

prodotti fase igienica

Micosi del cuoio capelluto

Quando il cuoio capelluto viene attaccato da infezioni da funghi o lieviti, manifesta arrossamento, desquamazione, prurito, bruciore, perdita di capelli, forfora e brufoli con pus. In questi casi siamo di fronte a una micosi che si caratterizza per la comparsa di chiazze prive di capelli, sulle quali si possono anche formano croste e desquamazioni.

In casi più estremi, di tigna al cuoio capelluto dovuta ai dermatofiti, funghi amanti della cheratina, la perdita di capelli si accompagna a croste e pus.

Forfora

La forfora (o pitiriasi) è un problema che interessa quasi il 50% della popolazione e si può manifestare in forma secca o grassa.

prodotti fase igienica

La forfora secca si distingue per piccole scaglie fini bianche o grigie che tendono a cadere sulle spalle.

La forfora grassa, invece, è causata da un aumento della produzione di sebo che produce squame spesse e grasse che restano attaccate al cuoio capelluto e sono difficili da eliminare, persino con lo shampoo. In questo modo la forfora tende ad aumentare, diventando sempre più spessa, grassa e appiccicosa formando uno strato unto alla radice di capelli. Questa condizione, inoltre, favorisce lo sviluppo della Malassezia.

Per risolvere (o arginare) il problema della forfora è importante distinguere tra le due forme per intervenire con il prodotto più adatto.

Seborrea e dermatite seborroica

problemi cuoio capelluto seborrea

La seborrea (o ipersecrezione sebacea) è un’anomalia del cuoio capelluto che dipende da un’eccessiva produzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee.

Il sebo, accumulandosi, scatena problemi più semplici come cute oleosa e capelli grassi, o anche più gravi come follicolite e alopecia seborroica. Anche la dermatite seborroica è una condizione molto comune e provoca arrossamento, chiazze squamose e forfora.

La dermatite seborroica è una condizione della pelle non semplice da trattare e richiede un trattamento continuo. Tuttavia, sviluppare una buona routine igienica e imparare a riconoscere ed eliminare le cause scatenanti può aiutare a gestirla in modo efficace.

Malassezia furfur

La Malassezia Furfur è un fungo del cuoio capelluto che altera la produzione sebacea provocando infiammazione e irritazione del cuoio capelluto. È una degenerazione della dermatite seborroica e può comportare la caduta dei capelli poiché, danneggiando il cuoio capelluto, creano una base malsana per la crescita dei capelli.

problemi cuoio capelluto malassenzia

Si associa a prurito e bruciore: i danni fisici causati dal grattarsi per trovare sollievo al prurito possono indebolire i capelli e farli rompere più

facilmente.

Iperidrosi

Non diversamente da altre zone della pelle, il cuoio capelluto è ben innervato e ha un gran numero di ghiandole sudoripare.

Troppa sudorazione (iperidrosi) può essere dannosa per i capelli per la conseguente disidratazione ma anche per le sostanze acide prodotte dal sudore che depositano sul cuoio capelluto e sui capelli.

Per questo motivo, chi soffre di iperidrosi dovrebbe avvalersi di uno shampoo specifico che deterga correttamente e protegga i capelli dal sudore.