È normale perdere tra i 50 e i 100 capelli al giorno, a tutte le età. Ma perderne di più potrebbe essere il segnale di un incipit di diradamento ed è importante correre ai ripari tempestivamente, specie se si è giovani.
In genere, si pensa che la calvizie sia un problema solo degli uomini più anziani, ma in realtà 1 adolescente su 5, indipendentemente dal sesso, sperimenta una caduta dei capelli precoce, ossia prima dei 20 anni.

Perdita dei capelli precoce, le cause

Normalmente, colleghiamo la perdita di capelli a problemi di natura ormonale o alla calvizie maschile e femminile.

Tuttavia, nei giovani intorno ai 20 anni ci sono altre cause più comuni, e il modo in cui la caduta si manifesta può aiutare a comprenderne il motivo e ad intervenire nel modo più giusto.

caduta capelli phonCi sono molte ragioni per cui un giovane potrebbe soffrire di perdita di capelli: uso eccessivo di prodotti per lo styling (come permanenti, coloranti, gel), disturbi alimentari o diete restrittive che non forniscono abbastanza proteine ​​o ferro, chirurgia maggiore, febbri molto alte o infezioni. Ancora, i giovani sono particolarmente soggetti a Telogen effluvium, improvvisa perdita di capelli dovuta allo stress e condizioni autoimmuni, come il lupus. Tra le cause comuni tra i giovani vanno ancora ricordati i disturbi della tiroide, la Tricotillomania, ossia la compulsione di strapparsi i capelli e, per le donne, l’assunzione della pillola anticoncezionale che in alcuni casi può provocare un diradamento dei capelli, specie se la donna ha già la predisposizione genetica alla perdita di capelli ormonale.

Le diverse forme di alopecia

L’alopecia androgenetica, o calvizie maschile / femminile, è piuttosto comune e di solito si manifesta come un’attaccatura sfuggente negli uomini e un diradamento generale dei capelli nelle donne. Avere una storia familiare di calvizie di tipo maschile o femminile aumenta il rischio, per le generazioni successive, di questo problema.

Diversamente, l’alopecia areata è una vera e propria malattia autoimmune della pelle a causa della quale il corpo attacca i propri follicoli piliferi, provocandone il restringimento e la diminuzione della produzione di capelli. L’alopecia areata si manifesta con una perdita di capelli a chiazze di forma circolare.

Oltre a questi tipi principali, ci sono alcune altre varietà, come l’alopecia diffusa, che è il diradamento dei capelli generalizzato, e l’alopecia traumatica, che si verifica quando i capelli sono tenuti in trecce strette o code di cavallo o trattati chimicamente, oppure i capelli vengono tirati a causa di un disturbo del comportamento (tricotillomania).

Chi è a rischio di alopecia

L’alopecia colpisce uomini, donne e bambini di tutte le età. La maggior parte delle persone che sviluppano l’alopecia noterà una prima perdita di capelli prima dei 30 anni. È stato dimostrato che la genetica gioca un ruolo significativo nello sviluppo dell’alopecia. Chi ha una storia clinica familiare di malattie autoimmuni tende ad essere più esposto al rischio di avere l’alopecia areata.

Mentre la perdita di capelli da alopecia areata è più comune per le donne, gli uomini hanno maggiori probabilità di sviluppare alopecia androgenetica. Altri fattori di rischio per una perdita precoce dei capelli includono l’assunzione di determinati farmaci, lo stress fisico o mentale e i cambiamenti ormonali.

Rallentare e prevenire la perdita dei capelli precoce

A seconda delle cause, cambia l’impatto delle nostre azioni sulla caduta dei capelli. Per chi soffre di alopecia androgenetica, con il giusto trattamento ci si può aspettare un rallentamento significativo nella progressione del diradamento.

Quando la perdita dei capelli precoce è dovuta a una condizione medica, come una disfunzione tiroidea o un’anemia, i capelli tendono a ricrescere una volta superato il problema.

In casi come il telogen effluvium, l’improvvisa perdita di capelli che si verifica in genere tre mesi dopo un evento stressante o una malattia, la caduta dei capelli è completamente reversibile.

Sfortunatamente, ci sono alcuni tipi di perdita di capelli in cui il follicolo si cicatrizza o si chiude e i capelli non possono più ricrescere in quelle zone. In questi casi, l’obiettivo del trattamento è prevenire ulteriori cicatrici e preservare i capelli rimasti.

Perdita dei capelli precoce e abitudini igieniche e di look

Quando si nota una prima perdita di capelli, normalmente è molto comune chiedersi se sia sicuro indossare cappelli o lavarsi i capelli ogni giorno.

La risposta è sì. Nella maggior parte dei tipi di perdita di capelli, le pratiche di routine, come il lavaggio quotidiano, l’asciugatura con il phon e l’uso di cappelli, non dovrebbero peggiorare la caduta dei capelli.

Ad ogni buon conto, e a prescindere dal tipo di alopecia di cui si soffre, una buona regola è gestire i propri capelli con gentilezza, ossia prediligendo prodotti delicati, asciugature a temperature basse e limitare le torsioni quanto più possibile.

Rimedi contro la perdita dei capelli precoce

Fortunatamente, come abbiamo visto, è possibile intervenire sulla caduta dei capelli e, addirittura, prevenirla. In moltissimi casi, a seconda di quanto tempestivamente si intervenga, basta davvero poco, apportando piccoli cambiamenti nella dieta, nello stile di vita e nelle pratiche di cura dei capelli.

L’importante è non ignorare i primi segnali di allarme: rallentare il processo di diradamento può essere molto semplice, mentre è di sicuro impossibile far ricrescere i capelli quando i follicoli piliferi sono definitivamente morti.

Lava regolarmente i capelli con uno shampoo delicato

prodotti fase igienica
Il lavaggio regolare dei capelli è un momento essenziale nella prevenzione della caduta dei capelli, perché mantiene i capelli e il cuoio capelluto puliti. In questo modo, si riduce il rischio – per esempio – di infezioni e forfora o di aggressioni al cuoio capelluto che possono causare la rottura o la caduta dei capelli. Uno shampoo delicato e nutriente come il Sensitive Shampoo ripara i capelli danneggiati, dà volume e contrasta l’eccessiva produzione di sebo. La sua formulazione è adatta a tutti i tipi cuoio capelluto.

Arricchisci la dieta

prodotti fase igienica
Un primo importante aiuto ai capelli viene dall’adeguato apporto di energia e nutrimento alle radici dei capelli, assicurando il fabbisogno energetico per la crescita attiva delle radici dei capelli. Se queste esigenze non possono essere soddisfatte attraverso la dieta, è molto utile contribuire con un integratore specifico come Hair Power Caps la cui ricetta è stata studiata appositamente per fornire ai capelli le sostanze nutritive indispensabili attraverso le quali li rinforzano e ne migliorano l’ancoraggio al cuoio capelluto, contrastando la caduta dei capelli.

Massaggia il cuoio capelluto con oli essenziali

prodotti fase igienica
Un altro modo eccellente per contrastare la caduta dei capelli è massaggiare il cuoio capelluto con una lozione specifica per un paio di minuti, una o due volte alla settimana. Questo semplice gesto aiuta i follicoli piliferi a rimanere attivi. La lozione ALOPEXIN forte contiene, oltre ai “classici” nutrienti anti caduta, anche il principio attivo Capixyl®, un complesso attivo unico e innovativo progettato per prevenire e arrestare la caduta dei capelli, stimolare la crescita e ridurre l’infiammazione del cuoio capelluto lavorando attivamente sulla modulazione dei livelli ormonali (DHT) che causano l’alopecia androgenetica.