Un problema che non affligge solo gli uomini è la caduta dei capelli nelle donne, ed è più comune di quanto si creda.
Ci sono numerosi motivi per cui le donne vanno incontro alla caduta dei capelli: particolari condizioni mediche, cambiamenti ormonali, stress possono essere colpevoli. Non è sempre facile rintracciare la causa principale, ma è possibile intervenire.

La caduta dei capelli nelle donne può manifestarsi in modi diversi a seconda della causa che l’ha scatenata. Può presentarsi come una perdita improvvisa o sotto forma di un progressivo diradamento nel tempo. Può essere utile tenere un diario per tenere traccia degli eventuali cambiamenti che si notano o dei sintomi associati.

prodotti fase igienica

Caduta dei capelli nelle donne: le diverse forme

Diradamento generale

Il diradamento graduale nella parte superiore della testa è il tipo più comune di perdita di capelli. Colpisce sia uomini che donne. Mentre negli uomini colpisce l’attaccatura dei capelli, le donne generalmente notano che il vertice tende a essere sempre meno folto.

Zone calve

In alcuni casi la caduta dei capelli nelle donne si concentra in “macchie” prive di capelli che possono essere circolari o irregolari. Di norma, assomigliano a monete in termini di dimensioni e a volte si accompagnano a prurito o dolore.

Perdita di ciocche

È possibile che si verifichi una perdita di capelli molto improvvisa, in particolare dopo un trauma emotivo o fisico. I capelli in quel caso tendono a cadere in ciuffi interi, spesso mentre si lavano o si pettinano, provocando un diradamento generale.

Perdita totale

In alcune situazioni, legate a condizioni mediche, si può verificare una perdita di capelli improvvisamente e in tutto il corpo. In particolare questo avviene quando si è sottoposti a cure molto aggressive, come la chemioterapia.

4 tipi di alopecia

Alopecia significa letteralmente “perdita di capelli”. Non è contagiosa e si presenta in diversi tipi, con cause variegate, dalla predisposizione genetica alle pratiche di cura dei capelli o anche alterazioni del sistema immunitario che attacca i follicoli piliferi.

Alopecia androgenetica

è la calvizie femminile causata dalla genetica, dalla storia familiare. È la principale causa di perdita di capelli nelle donne e generalmente inizia tra i 12 e i 40 anni. Mentre gli uomini tendono a notare la calvizie come un’attaccatura dei capelli sfuggente e specifici punti calvi, la perdita di capelli delle donne appare più come un diradamento generale.

Alopecia areata

è una perdita di capelli irregolare che si verifica all’improvviso sulla testa o sul corpo. In genere inizia con una o più zone calve rotonde che possono o meno sovrapporsi.

Alopecia cicatriziale

deriva da condizioni patologiche, come il lupus, cui conseguono delle cicatrici. I capelli in corrispondenza delle cicatrici cadono irreversibilmente e il follicolo viene sostituito con tessuto cicatriziale.

Alopecie traumatiche

sono provocate da styling troppo aggressivi (pettini caldi, phon, piastre o prodotti chimici per tingere o lisciare i capelli).

Cosa causa la caduta dei capelli nelle donne?

Per contrastare efficacemente il diradamento, è essenziale capire cosa provoca la caduta dei capelli nelle donne. Normalmente ci sono delle cause più comuni e ricorrenti.

Storia familiare (ereditarietà)

provoca il diradamento dei capelli sulla parte superiore della testa. Questo tipo di perdita di capelli, anche chiamato alopecia androgenetica, spesso peggiora durante la menopausa con la diminuzione degli estrogeni.

Stress o traumi

Eventi particolarmenti estremi per il corpo possono provocare una caduta temporanea dei capelli. Si può trattare di una perdita ingente e repentina di peso, interventi chirurgici, malattie, finanche il parto. Questo tipo di perdita di capelli è chiamato telogen effluvium e di norma riguarda i capelli nella loro fase di riposo. La caduta dei capelli legata allo stress di norma non è permanente e cessa non appena lo stress viene messo sotto controllo.

Fumo

fumo 400x200 1Il fumo di sigaretta può inficiare la salute dei capelli in più modi. Le sostanze chimiche tossiche nel fumo di sigaretta possono mettere a repentaglio la circolazione, restringere i vasi sanguigni e ostacolare il flusso sanguigno fino ai follicoli, interrompendo il ciclo di vita dei capelli. Il fumo può inoltre danneggiare il sistema immunitario, aumentando le possibilità di un’infezione batterica o fungina sul cuoio capelluto, entrambe le quali possono impedire ai follicoli di produrre capelli sani o finanche innescando malattie che possono causare la caduta dei capelli. Infine, non è solo l’inalazione del fumo che può danneggiare i follicoli piliferi: il fumo negli ambienti (in casa o in macchina con i finestrini chiusi) crea un inquinamento ambientale che può esacerbare la caduta genetica dei capelli mentre gli agenti cancerogeni nell’aria, piena di fumo, possono ostacolare i meccanismi che producono la cheratina di cui sono fatti i capelli.

Sostanze tossiche

Chemioterapia, radioterapia e alcuni farmaci possono comportare un’improvvisa perdita di capelli ed anche peli del corpo. Questo tipo di perdita di capelli è l’anagen effluvium e succede ai capelli in fase di crescita. In alcuni casi la perdita dei capelli può essere permanente se i follicoli piliferi sono danneggiati.

Caduta dei capelli stagionale

Mediamente perdiamo 50-100 capelli ogni giorno, ed è un evento assolutamente normale. Durante alcuni periodi dell’anno, però, è possibile notare un incremento nel numero di capelli che cadono, specialmente nei mesi di fine autunno. Questo fenomeno comune è noto come caduta stagionale dei capelli. La causa esatta non è chiara, ma gli studi dimostrano che la perdita stagionale colpisce più donne che uomini e si verifica più spesso durante i mesi autunnali, come settembre e ottobre, e talvolta in primavera, aprile e maggio.

Caduta dei capelli nelle donne giovani

La caduta precoce dei capelli riguarda sia gli uomini che le donne, sebbene queste ultime ne soffrono sicuramente di più, sentendosi lese nell’aspetto e nell’autostima. Le cause sono le stesse, con l’alopecia androgenetica in primis, che è un aspetto genetico ereditario. Altre cause, che possono intervenire a tutte le età, sono più ricorrenti nelle donne giovani:

Styling

la caduta dei capelli può essere provocata dall’abuso di acconciature che tendono a tirare i capelli dalle radici, come code di cavallo molte strette, trecce o chignon. Questa perdita di capelli, chiamata alopecia da trazione, è insidiosa perché può essere permanente quando arriva a danneggiare i follicoli.

Carenze nutrizionali

L’abitudine a diete spesso aggressive e sbilanciate, comune tra le donne più giovani, può portare a deficit vitaminici e di ferro, privando i capelli dei nutrienti essenziali per crescere e mantenersi sani.

Fluttuazioni ormonali

Le variazioni nei livelli di testosterone ed estrogeni, che possono avvenire durante il periodo mestruale, possono stimolare la caduta dei capelli nelle giovani donne.
Il testosterone viene convertito dall’enzima 5-alfa reduttasi in diidrotestosterone (DDT) che ha il potere di ridurre i follicoli piliferi, causando così alcune difficoltà nella crescita di nuovi capelli. È probabile che la caduta dei capelli continui fino a quando la fluttuazione ormonale non viene corretta.
Tuttavia, la caduta dei capelli nelle giovani donne potrebbe anche essere un sintomo della sindrome dell’ovaio policistico, una condizione comune nelle donne di età inferiore ai 45 anni.

Farmaci

Alcuni farmaci come antidepressivi, fluidificanti del sangue, anticonvulsivanti, ormoni, inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina e contraccettivi orali possono causare la perdita di capelli come effetto collaterale.
In un certo numero di casi, la caduta dei capelli è temporanea e i capelli ricrescono una volta che il farmaco viene interrotto o c’è un aggiustamento del dosaggio.

Stile di vita sedentario

Uno stile di vita inattivo contribuisce all’obesità, alla depressione e ad altri problemi di salute e, indirettamente, alla caduta dei capelli nelle donne. Per evitare ciò, si consiglia di fare almeno 30 minuti di esercizio al giorno.

Caduta dei capelli dopo il parto

caduta capelli donne gravidanzaLa caduta dei capelli post parto è un cambiamento normale e temporaneo non correlato all’allattamento al seno, come spesso erroneamente si crede. Molte neomamme notano la perdita dei capelli, a volte piuttosto ingente, circa tre mesi dopo il parto.

La caduta dei capelli sembra più estrema se sono cresciuti molto più del normale durante la gravidanza o per le donne che hanno capelli lunghi. Ad ogni buon conto, è un evento transitorio e la maggior parte delle donne torna al normale ciclo di crescita dei capelli tra 6 e 12 mesi dopo la nascita del bambino

Perdita di capelli nelle donne in menopausa

caduta capelli donne menopausaDurante la menopausa anche i capelli potrebbero cambiare crescendo dove prima non c’erano o diradandosi. Una causa potrebbe essere individuata nel cambiamento dei livelli di ormoni che avviene con la menopausa. I livelli di estrogeni e progesterone diminuiscono, il che significa che gli effetti degli androgeni, gli ormoni maschili, aumentano.

Durante e dopo la menopausa, i capelli potrebbero diventare più sottili perché i follicoli piliferi iniziano a rimpicciolirsi (miniaturizzarsi): i capelli crescono più lentamente e cadono più facilmente.

Come fermare la caduta dei capelli nella donna: rimedi naturali

La perdita dei capelli è un problema che spesso causa preoccupazione e influisce sull’autostima, soprattutto per le donne. Tuttavia, è possibile controllare la caduta dei capelli in maniera efficace prima di ricorrere ai farmaci. Ecco 4 rimedi per la caduta dei capelli nelle donne.

1. Shampoo

prodotti fase igienica
È estremamente importante considerare anche il cuoio capelluto e scegliere uno shampoo delicato e nutriente possibilmente ricco di vitamine. Il Sensitive Shampoo a queste aggiunge, tra gli altri ingredienti naturali, ortica, proteine del grano e ginseng svolgendo più azioni: tratta i capelli danneggiati, lenisce la cute sensibile o irritata, dona corpo e volume ai capelli ed ha un’azione antisebo e antiforfora.

2. Dieta ed esercizio

prodotti fase igienica
I capelli hanno bisogno di essere nutriti con tutti i giusti nutrienti, in particolare con molte proteine ​​e ferro. Se non riesce ad assicurarsene il giusto livello tramite la dieta, con l’integratore Hair Power Caps è possibile assumere tutto ciò che serve per una capigliatura sana e bella: miglio, vitamine, minerali, L-cistina, acido pantotenico, biotina e zinco con un effetto nutriente e rinforzante. Insieme alla dieta, è molto utile l’attività fisica: lo yoga in particolare fa bene al corpo e abbassa i livelli di stress dannosi per i capelli.

3. Styling dolce

caduta capelli donne colorazione capelliSottoporsi a trattamenti aggressivi come stirature, permanenti e colorazioni non è sicuramente salutare per i capelli. Evitare inoltre phon, arricciacapelli e piastre sui capelli bagnati poiché fanno bollire l’acqua nel fusto del capello e li rendono fragili. Meglio prediligere basse temperature.

4. Massaggi

prodotti fase igienica
Massaggiare regolarmente il cuoio capelluto migliora la circolazione sanguigna che contribuisce a nutrire le radici dei capelli. Ritagliarsi una routine di benessere che comprenda almeno un massaggio alla settimana con un prodotto per la caduta dei capelli è un utile modo per prevenire il diradamento della chioma, anche se non ha problemi apparenti. La lozione Alopexin Forte penetra direttamente nelle radici e, grazie al Capixyl®, è efficace per prevenire la caduta dei capelli. Il Capixyl® è nutriente e fortificante ed è la soluzione efficace e sicura per ottenere capelli più spessi ed una chioma piena, sana e lucente.